top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Springsteen emoziona Ground Zero con "I'll see you in my dreams"

Bruce Springsteen emoziona alle commemorazioni per l'11 settembre. Il Boss è salito a sorpresa sul palco allestito a Ground Zero per la cerimonia in ricordo delle vittime degli attentati del 2001, in abito scuro dopo il secondo minuto di silenzio, tenuto per commemorare lo schianto del secondo aereo nelle Torre Sud. Springsteen ha cantato “I'll see you in my dreams”, brano del 2020 contenuto nell’album “Letter to you”, accompagnato solo da chitarra e armonica. Il ricordo si è aperto con un minuto di silenzio alle 8.46, quando il primo aereo si scagliò contro la Torre nord. A prendere per primo la parola durante la cerimonia Mike Low, il padre di una delle persone che hanno perso la vita nell'attentato. Il suo intervento è stato seguito dalla lettura dei nomi delle vittime. Alla cerimonia il presidente Joe Biden con la First Lady, Jill. Biden ha scelto di non intervenire durante la cerimonia e ha affidato il suo messaggio a un video: il presidente ha chiesto al Paese di ritrovare quell'unità che lo ha caratterizzato nei giorni successivi all'attacco di 20 anni fa. "L'unità è quella che ci rende l'America al meglio. E questa per me è la lezione più importante dell'11 settembre. L'unità è la nostra forza maggiore", dice Biden. A Ground Zero anche Michelle e Barack Obama. Poi Biden si è spostato al Pentagono, e successivamente in Pennsylvania, gli altri due obiettivi degli attentatori jihadisti in quel drammatico giorno di 20 anni fa.




Comments


bottom of page