top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Al via l'85° Festival del Maggio con il maestro Gatti

Concerto sinfonico con musiche di Richard Wagner e Richard Strauss per l'apertura sabato 22 aprile dell'85ª edizione del Festival del Maggio Fiorentino. Sul podio il direttore principale Daniele Gatti. L'inaugurazione del festival sarà festeggiata anche il 23 aprile con un'esibizione di quattro bande musicali nel piazzale del teatro. L'85° festival proseguirà, fino al 13 luglio, con un cartellone che propone 11 concerti e tre titoli lirici. Oltre al concerto del 10 maggio dedicato al progetto 'Viva Verdi' per l'acquisto di Villa Verdi a Sant'Agata, Gatti sarà sul podio per il ciclo di tre concerti che fra la fine di giugno e i primi di luglio proporrà l'esecuzione integrale delle sei sinfonie di Čiajkovskij e dell'opera Falstaff, di Giuseppe Verdi, ultimo appuntamento operistico del Festival del Maggio. Commentando la situazione dell'ente lirico, da poco commissariato, Gatti ha detto: "Non potevo non restare, mi aspetto soltanto di avere le consegne e capire cosa potremo fare da settembre a dicembre. Basta sapere entro quali limiti dobbiamo stare e poi sta alla nostra fantasia cercare di allestire un qualcosa che sia interessante in un momento in cui siamo in una camera iperbarica. Andiamo avanti un passo alla volta e abbiamo bisogno dell'amicizia di tutti. L'unica cosa sulla quale non posso fare sconti è la qualità". Con l'arrivo del commissario straordinario Onofrio Cutaia, ha aggiunto Gatti, "la prima cosa oggetto di un taglio importante è stata la produzione dei maestri cantori. Noi dobbiamo fare il massimo per poter far fronte a un momento di emergenza, Cutaia è stato molto chiaro, dobbiamo viaggiare a vista, quindi da adesso alla fine del festival dobbiamo cercare di concentrare il nostro programma. Il mio dispiacere è di non poter presentare qualche nuova produzione, ma arriveranno".



Comments


bottom of page