top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Teatro dell'Opera di Roma, il maestro Renzetti: "Madame Butterfly è un'opera intima e molto attuale"

''È un'opera molto intima ed è anche molto attuale, la donna che viene tradita o che si suicida per amore c'è anche oggi. Non è mai antica o datata. Grande interiorità, romanticismo e passione, questo è l'elemento principale di Madama Butterfly''. Donato Renzetti parla così del capolavoro di Giacomo Puccini che venerdì 16 luglio e nelle quattro repliche dirigerà al Circo Massimo per la stagione estiva del Teatro dell'Opera di Roma con la regia di Alex Ollé, il soprano Corinne Winters e il tenore Saimir Pirgu. "Sono molto affezionato a Madama Butterfly, ha alle spalle una carriera brillante di quasi mezzo secolo anni con le orchestre più prestigiose sui principali palcoscenici italiani e internazionali -. È la prima opera che vidi da bambino e rimasi folgorato da Puccini. È un lavoro pieno di sentimento e io sono così, molto romantico e sensibile''. Renzetti, 71 anni, torna all'Opera di Roma dopo "Tosca", l'altro titolo iconico pucciniano che lo ha portato sul podio del Costanzi nella stagione 2015/2016. Questa volta, però, a fare la differenza è il grande scenario archeologico nel cuore della Capitale. ''Lavorare all'aperto comporta una serie di difficoltà - osserva - Cambiano le distanze, gli anticipi e altri aspetti tecnici che il pubblico non può cogliere''. E anche se precisa che questa sarà la sua ultima volta all'aperto, spiega di avere acquisito molta esperienza grazie alle tante occasioni in cui ha diretto all'Arena di Verona.


댓글


bottom of page