top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Scala: standing ovation in tour, Chailly dirige anche il pubblico

Doppio bis, standing ovation e pubblico che si mette a battere le mani come se il coro del Trovatore 'Vedi le fosche notturne spoglie' fosse la Marcia di Radetzky al concerto di Capodanno a Vienna: è stato un successo il concerto del coro e dell'orchestra della Scala alle Chorégies di Orange, il festival più antico di Francia, diretto da Riccardo Chailly che si è improvvisato a guidare anche gli oltre ottomila spettatori nel battimano. Un successo nonostante il caldo che ha convinto l'ensemble e il direttore Riccardo Chailly ad esibirsi al teatro antico, monumento romano a cielo aperto, per la prima volta in camicia nera anziché nel consueto frac. Il programma di questa 'Notte italiana', da sold out, è stato un excursus nel mondo Verdiano attraverso sinfonie e cori delle sue opere, dal 'Va', pensiero' del Nabucco, al finale del balletto del Don Carlos, da 'Patria oppressa' del Macbeth, al preludio della Forza del destino. Un programma. già visto lo scorso giugno dagli spettatori della Scala in tre concerti della stagione sinfonica, che il prossimo anno diventerà un disco pubblicato da Decca e il centro di una tournée importante con tappe come il Musikverein di Vienna (dove viene suonato il concerto di capodanno) Amsterdam e l'arena di Verona. "Serata formidabile" ha commentato, sorridente, Chailly.



Comments


bottom of page