top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Sanremo 2021: svelati alcuni dettagli del protocollo sanitario presentato al CTS

C’è molta attesa di conoscere il protocollo sanitario che la Rai ha presentato ufficialmente il 2 febbraio al CTS. Dalla risposta del pool di esperti dipenderà il destino del Festival di Sanremo 2021, in quanto si conosceranno nel dettaglio tutte le modalità operative. Un articolo di Renato Franco e Andrea Laffranchi del Corriere della Sera anticipa quanto riportato nel documento. Mascherina FFP2 (senza valvola) e guanti per tutti, misurazione della temperatura, gel per disinfettarsi, sanificazione degli ambienti, percorsi obbligati di entrata e uscita, tamponi ogni 72 ore. Tra gli aspetti più curiosi la consegna dei premi attraverso un carrello di scena che crediamo diventerà una vera e propria mascotte. “La consegna dei fiori/premi potrà essere effettuata tramite un carrello di scena opportunamente realizzato e igienizzato dopo ogni utilizzo. La stessa procedura dovrà essere utilizzata per la consegna dei premi finali. I premi e i fiori saranno opportunamente igienizzati e consegnati con un carrello di scena dal quale lo stesso premiato preleverà il premio.”


IL PROTOCOLLO SANITARIO PRESENTATO AL CTS

Il documento presentato al Comitato Tecnico Scientifico conta ben 75 pagine, ed è arricchito da grafici, disegni e planimetrie. 8 capitoli in cui gli esperti della Televisione di Stato analizzano nel dettaglio tutti gli aspetti operativi del Festival di Sanremo 2021. Un protocollo che ha l’obiettivo di regolamentare le misure di contrasto e contenimento alla diffusione del Covid-19. La platea del teatro verrà completamente trasformata. L’orchestra diretta dal maestro Leonardo De Amicis sarà composta da circa 60 elementi compreso il coro. Il cast fisso sarà composto da cinque o sei unità per ogni serata compreso il conduttore a cui andranno aggiunti i maestri di orchestra per ciascuna esibizione e 4/5 ospiti a serata. Il Festival andrà in onda in diretta, come si legge nel documento, “dalle 20.40 circa per la durata di 300 minuti circa”. Un festival che, quindi, dovrebbe terminare intorno alle 2 di notte.


ACCESSO AL PALCO, CAMERINI, GREEN ROOM E RED ROOM

Gli accessi e le zone nello studio verranno diversificati. Il personale tecnico e di produzione sarà nel lato destro del backstage, mentre dalla parte opposta si piazzeranno gli autori.

Il Roof Garden, quella che fino allo scorso anno era la sede della Sala Stampa, ospiterà 12 postazioni di trucco e parrucca. Accanto saranno posizionati i camerini. Ospiti e cantanti si recheranno in teatro già vestiti per l’esibizione. Il conduttore, i co-conduttori e gli ospiti verranno microfonati nel backstage e accederanno singolarmente al palco. Nel percorso dal camerino al backstage potranno indossare mascherina chirurgica per evitare di danneggiare il trucco. Soltanto poco prima dell’ingresso sul palco saranno autorizzati a togliere la mascherina e a gettarla ne appositi contenitori rifiuti presenti nei punti di ingresso al palco.

Per ridurre le presenze all’interno del teatro, il documento prevede che l’artista in gara potrà essere accompagnato soltanto da un fonico e da un discografico. Nell’area sottopalco verrà allestita la Green Room, uno spazio di 150 metri quadrati dove i cantanti verranno scortati da un addetto Rai che li preleverà dal camerino prima delle esibizioni. La capienza massima è fissata in 25 persone. Da lì il passaggio a una stanza chiamata Red Room e quindi al palco per l’esibizione. “In via eccezionale sarà consentito a tutto il cast artistico di poter utilizzare la mascherina chirurgica nel passaggio dal camerino al palco al fine di preservare nel miglior modo trucco ed acconciatura.”


DISTANZIAMENTO ANCHE SUL PALCO!

“Durante la diretta e sul palco tutti coloro che, in quanto oggetto della ripresa televisiva, non indosseranno la mascherina dovranno mantenere la distanza interpersonale di 1,5 metri tra di loro e di 2 metri con tutto il restante personale.” Distanziamento previsto anche per duetti e gruppi. “Per quanto riguarda i gruppi musicali essi sono soggetti agli stessi distanziamenti minimi: 2 metri dai cantanti e 1,5 metri dagli altri componenti del gruppo e 2 metri da tutto il restante personale. Al termine dell’esibizione gli artisti riceveranno dal personale di redazione una nuova mascherina e la indosseranno fino al rientro al proprio camerino.” Vietati abbracci, così come i cori ravvicinati attorno allo stesso microfono.


L’ORCHESTRA

I 60 musicisti dell’Orchestra saranno distribuiti a destra e sinistra del palco su circa 380 metri quadrati. In questo caso sono previste postazioni distanziate in funzione del ruolo. I coristi, necessariamente senza mascherina, dovranno avere 2 metri di distanza frontalmente e 1,5 metri lateralmente. Anche i fiati saranno ovviamente senza mascherina. Per loro la regola prevede 2 metri dai coristi, 1,5 da chiunque altro e una vaschetta per la condensa contenente liquido disinfettante a disposizione di ogni strumento. Archi, chitarre, bassi e tastiere saranno in scena con la protezione e dovranno rispettare 1,25 metri tra di loro, 1,5 verso i fiati e 2 / 1,5 metri frontalmente o lateralmente ai coristi. Batteria e percussioni potranno fare a meno della mascherina e saranno isolati da barriere in plexiglas.


Post recenti

Mostra tutti
bottom of page