top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Sada: visibile il videoclip del singolo 'Chopin Chapeau'

Noi siamo i SADA: Stefano Amoruso alla voce, Luca Lugli alla chitarra, Dario Simonazzi al basso e Stefano Fiorentino alla batteria. Ci definiamo un gruppo di amici, oltre che colleghi, che ha deciso di unire il vissuto, la passione e la determinazione di ognuno, per la realizzazione di un'idea musicale comune che potesse contraddistinguerci, proponendo un genere Alternative Pop Rock cantato in italiano, ma che seguisse le nostre principali influenze di band contemporanee internazionali come i Muse o gli Imagine Dragons. Il nostro intento fin dall’inizio di questo progetto è stato quello di uscire dagli schemi del rock classico già presente in Italia e portare a chi ascolta un genere familiare arricchito da sfumature e colori particolari. Nonostante ci conoscessimo già da 4 anni, solo il 18 Aprile 2019 abbiamo deciso di consolidare il progetto fondando i SADA. Questa parola inventata “SADA” all’apparenza priva di significato, è stata scelta appositamente per rappresentare il nostro cambiamento, la nostra musica e il nostri propositi. Con la consapevolezza dei nostri nuovi obiettivi, unita all’incontro dei ragazzi dello studio di registrazione Take Away Studios e della nostra etichetta Sorry Mom!, hanno avuto origine i nostri primi inediti: “Non è da Me”, “Rosa Nera”, “Fumo” e l'ultimo singolo “Chopin Chapeau”. Questo brano rappresenta quel preciso momento in cui decidiamo di cambiare, dando sfogo alle nostre necessità; decisione che porta però ad uscire allo scoperto e affrontare le realtà del mondo. Siamo tutti consapevoli del fatto che oltrepassare i propri limiti non sia affatto semplice, occorre mettersi completamente in gioco e spesso ci si sente vulnerabili. Siamo convinti che qualsiasi persona, nonostante possano esserci attimi di smarrimento o deja vu, possa arrivare a raggiungere i propri obiettivi ottenendo, lungo la strada, molte soddisfazioni, dipingendo sui muri una nuova storia e lavandosi il passato di dosso. Con Chopin Chapeau il nostro intento è stato quello di cercare di rispecchiare il percorso che ognuno di noi compie quotidianamente, quando si è costretti ad affrontare i giudizi altrui e la negatività che ci viene riversata addosso. Ci si sente un bersaglio alla mercè di tutti e sembra sempre che tutto ciò sia stato fatto appositamente per minare le nostre sicurezze e rallentare il nostro percorso. Bisogna però resistere e trovare nel riflesso di uno specchio, che nel nostro caso è il pubblico, il posto nel mondo che a ognuno di noi spetta. Le maschere che siamo costretti ad indossare ogni giorno per affrontare i problemi, la rabbia repressa di ogni singola frustrazione o delusione e lo specchio che riflette la nostra realtà, sono stati il fulcro per la realizzazione del videoclip di Chopin Chapeau. Abbiamo voluto unire tutti questi aspetti ad un look estroverso intento a rispecchiare il lato "diverso" che ognuno dovrebbe mostrare con fierezza al fine di contrastare inutili critiche non costruttive che, come abbiamo già detto, hanno il solo futile fine di minare le nostre sicurezze e la nostra personalità. Siamo convinti che questo brano possa essere di aiuto a tutti quelli che sono alla ricerca di uno spunto per risollevarsi e riscattarsi.


Comments


bottom of page