top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Queen of Saba e l'onirica, immaginifica Spremiagrumi: il video

Il brano svolge una ricerca con una punta di ironia sulla leggerezza dell'equivoco che emerge con le tessiture fluide delle sensazioni evocate dal testo accompagnato all'eleganza del sound. I Queen of Saba sono un duo elettronico, supercompatto ed eclettico di Venezia. Il progetto è nato nel 2019 dall’incontro fra Lorenzo Battistel, 27 anni, percussionista diplomato al Conservatorio di Venezia, e Sara Santi, 24 anni, di Treviso, cantante con una laurea in Arabo. La loro musica si ciba delle influenze più disparate, dal neo-soul di Jorja Smith all’alternative pop italiano contemporaneo. Con gioia e colorata irruenza si propongono di smantellare i dogmi di genere nella vita come nella musica, esplorando le infinite sfaccettature dell’espressione e dribblando qualunque tentativo di incasellamento. In un mondo che spinge al binarismo, bianco o nero, vero o falso, lui o lei, si sentono quasi forme aliene. Come ogni forma aliena che si rispetti, sono sempre alla ricerca di uno sprazzo di vita diversa, di un singulto di novità. Ed è proprio in terra veneziana che l’hanno trovato. I Queen of Saba sono tra i fondatori, infatti, della neonata etichetta indipendente “La Colletta Dischi”, che riunisce realtà emergenti attorno alla Laguna e si propone come punto di appoggio per un mondo come quello della musica indipendente e dello spettacolo che sta attraversando, al momento, la peggiore crisi degli ultimi anni. La nascita de “La Colletta Dischi” è stata sancita dall’uscita di tre singoli di tre artisti emergenti, fra cui il nuovo singolo dei Queen of Saba “Spremiagrumi”. “Spremiagrumi” è una canzone per nottambuli: descrive la sensazione di quando ci si sveglia nel mezzo della notte e si perde l’orientamento, la piena coscienza di sé e dell’ambiente circostante; quando gli oggetti che di giorno si riconoscono diventano altro, ombre, suggestioni, e le emozioni sopite tornano prepotenti al centro dei pensieri, esasperate da un sonno agitato. La canzone prende la forma di un monologo interiore, lento e un po’ confuso che sa di postumi e malinconia, in cui la voce è protagonista su una base di synth ciclica e sincopata in grado di descrivere tramite i suoni ciò che racconta il testo. Il videoclip è stato realizzato con la partecipazione di Federica Fasano, ballerina italiana con traiettoria in Russia, Olanda, Malta e Spagna, dove attualmente risiede. Con “Spremiagrumi” ricerca con una punta di ironia la leggerezza dell'equivoco, le tessiture fluide delle sensazioni evocate dal testo, la manifesta eleganza del sound. Questo è il terzo singolo lanciato dai Queen of Saba che anticipa l’uscita del loro primo album, prevista a Giugno 2021.


Comments


bottom of page