top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Mafalda Minnozzi: fuori il video di "Nessuno al mondo"

L'album è la fotografia della personalità artistica, del carisma, della raffinatezza interpretativa, ma soprattutto l’anima soulful della cantante che anche grazie agli arrangiamenti dal forte impatto emozionale ne fanno un'opera multiculturale. L'artista ci porta nel suo mondo con una playlist e il video di Nessuno al mondo. Penso al bazar di Marrakech, al mercato di San Telmo a Buenos Aires, alle distese colorate che sono le librerie sotto il cielo di Parigi, sulla Rive Gauche, lungo la Senna...ecco penso a tutto questo, chiudo gli occhi e lo ritrovo nella musica di Mafalda Minnozzi. Il suo Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition) è il mappamondo che ruota portando nelle nostre case il respiro del mondo. Ho ascoltato più volte questo album e lo ho fatto sentendomi un marinaio alla deriva. Su un umile gozzo, senza bussola e con pochi viveri, ma senza paura. Perché la sua musica mi accompagnerà in un porto sicuro. Quando lei canta il Brasile io mi sento cosmopolita. Il mio consiglio è prima dedicatevi a Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition), l'ideale sarebbe con un bicchiere di quel nettare che in alcuni angoli del mondo ricavano dalla canna da zucchero, ma capisco che non è possibile. E allora scegliete voi l'abbinamento. Poi date un colpo secco di timone ed entrate nella sua playlist dell'anima. È Deluxe e Special come l'album. Sognerete di essere in un labirinto dal quale mai vorreste uscire. 1) MISREAD (Oeye/Boee) è il brano che ha rivelato al mio mondo il duo norvegese Kings of Convenience. Ha un bellissimo arrangiamento acustico lineare, sfacciatamente semplice, di grande impatto emotivo. L'essenza mistica della composizione invade tutti gli spazi sensoriali e disarma qualsiasi angustia.

2) COME AWAY WITH ME (Norah Jones) è la canzone perfetta da mettere in "loop" per accompagnarti durante un lungo viaggio, immaginando sconfinate praterie o scogliere oceaniche sotto un cielo nuvoloso con schiarite luminosissime. L'assolo della chitarra Telecaster in stile "Americana" provoca un brivido continuo sulla pelle.

3) PRIMA DAMMI UN BACIO (Lucio Dalla) è una canzone potente che ti fa fluttuare, corpo e spirito, grazie alla poesia di Lucio espressa su un mantra ritmico, sottile e raffinato. Lo spirito leggerissimo della composizione ci riporta dolcemente ad altri tempi, quando l'amore era anche in un semplice gesto.

4) IF YOU COULD SEE ME NOW (Dameron/Sigman) nella storica interpretazione di Wynton Kelly e Wes Montgomery attraversa il tempo e lo spazio. Lo stile è pulito ed essenziale. È una ballad sensuale che affascina fin dalle prime note grazie al tocco vellutato di Paul Chambers al contrabbasso e la delicatezza di Jimmy Cobb alla batteria.

5) SPEAK LOW (Nash/Weill) è un classico brano jazz, composto dal geniale Kurt Weill, in cui si rende eterno il messaggio che l'amore conduce al nostro cuore. Nella memorabile interpretazione di Ella Fitzgerald, che sembra ti sussurri all'orecchio i suoi segreti più intimi, e Joe Pass, che sorride compiaciuto, si ritrovano momenti di infinita allegria e di profonda tenerezza.

6) PARA MACHUCAR MEU CORAÇÃO (Ary Barroso) è una meravigliosa canzone che raggiunge la perfezione musicale nell'interpretazione di Stan Getz & João Gilberto. Con grazia e garbo vocale, João riesce ad esprimere in musica il dolore dell'abbandono. L'entrata dell’assolo di Stan lo conforta con il calore del suono emozionante del suo sax.

7) IO TI DARÒ DI PIÙ (Testa/Remigi) è stato scritta agli inizi degli anni '60 dal raffinato Memo Remigi e dal grande paroliere Alberto Testa, ma risulta oggi più che mai una canzone meravigliosa, intensa ed emozionante nella voce di Ornella Vanoni. Evviva la nostra Ornella, che con il suo fraseggio e la sua forza interpretativa rende questo brano dirompente.

8) O BÊBADO E A EQUILIBRISTA (Bosco/Blanc) è una canzone composta da João Bosco resa immortale dalla toccante voce di Elis Regina, che riesce a condurre con maestria il magnifico testo di Aldir Blanc verso un percorso di redenzione. Scritta negli anni della dittatura militare in Brasile, la canzone divenne un manifesto politico.

9) MEDITATION | MEDITAÇÃO (Antônio Carlos Jobim) nella versione strumentale dall'Album "The Composer of Desafinado, Plays 1963" crea incantamento e pura estasi. La musica rarefatta di Jobim, con il tocco perfetto del mitico batterista Edison Machado, istruisce le nostre anime perchè siano leggere e si abbandonino in una meravigliosa sensazione di stupore e bellezza. Grazie Tom, per sempre!

10) DINDI (Antônio Carlos Jobim) rappresenta la volontà di descrivere l'infinito, le ascese e le discese più profonde verso l'amore immaginato e desiderato. Nella mia versione incisa in SENSORIAL-PORTRAITS IN BOSSA & JAZZ-DELUXE SPECIAL EDITION, alterno passaggi vocali più scuri e più luminosi, cambiando il timbro per assecondare la narrazione della meravigliosa poesia del testo. La dolce forza del brano mi ha completamente rapita.


Comments


bottom of page