top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Il Nucleo con la sua musica ci porta...Oltre: il video

La band (Andrea Zanichelli, voce e chitarra, Marcello Presi, chitarra, Mauro Buratti, basso e synth, Luca Canei, batteria), è ritornato in attività dopo una lunga pausa, con il nuovo album “Oltre” (Latlantide). Qui la band reggiana ci presenta in anteprima il video dell’omonimo nuovo singolo, con una loro presentazione esclusiva. Dopo l’ultimo concerto nel 2010, negli anni abbiamo continuato a frequentarci, e soprattutto a collaborare insieme ad altri progetti, in realtà non ci siamo mai staccati per un solo giorno. A un certo punto, quasi dal nulla, dopo un paio di chiamate, ci siamo trovati immediatamente sulla stessa lunghezza d’onda. Non abbiamo avuto nemmeno il bisogno di trovarci a parlarne, la sera dopo eravamo già in sala prove. Andrea aveva parecchi pezzi nuovi che aspettavano soltanto di essere sviluppati con il lavoro di band, come abbiamo sempre fatto. È stato tutto molto naturale, siamo partiti con entusiasmo, senza farci particolari domande, e i risultati si vedevano subito. È stata una grande motivazione aver qualcosa da dire, e poterlo fare nel nostro modo, senza scadenze temporali, e nella più totale libertà. Il titolo del nuovo singolo (e del disco) è un po’ lo specchio della vita di tutti noi, abbiamo tutti una nostra storia, scandita da eventi, periodi, momenti belli e brutti, noi ne abbiamo vissuti tanti ad inizio carriera e durante gli anni di pausa, ma alla fine c’è sempre qualcosa che ti fa andare avanti, “andare oltre”. Nel nostro caso è successo che siamo ripartiti come band, mettendoci alle spalle in un amen dieci anni

di pausa, e ritrovandoci con nuovo entusiasmo. Una volta tornati in studio, per tutta la lavorazione del disco, ma anche in seguito per i videoclip, abbiamo avuto come unico filo conduttore l’esigenza di poter lavorare in modo del tutto indipendente e lasciar evolvere tutti i nuovi brani in modo naturale. “Oltre” rappresenta al meglio tutto il processo creativo alla base del disco, ed è sicuramente il brano ponte per eccellenza fra tutta la nostra produzione passata e quello che siamo noi oggi, con tutto quello che c’è stato in mezzo, a partire dal successo di “Sospeso” quando eravamo poco più che ventenni. C’è ancora una decisa componente elettronica nella nostra musica, dosata nel modo giusto, condizione necessaria per una formazione a quattro come la nostra. Mescolare synth e due chitarre è sempre stato un lavoro stimolante per noi in studio, così come creare un ibrido nelle ritmiche fra beat elettronici e parti di batteria. La nostra età, che non è più quella di ragazzini, sicuramente ha reso il risultato più consapevole e maturo, e i testi di Andrea sono senz’altro più cantautorali e introspettivi. Un’evoluzione inevitabile ed evidente, pur rimanendo un disco del Nucleo al 100 per 100. L’idea alla base del videoclip, invece, proviene dal forte legame con la nostra terra (il disco è stato interamente concepito e realizzato fra la collina e la montagna reggiana). In particolare la zona del crinale appenninico, oltre ad aver già ispirato anche la nostra produzione passata, ha un particolare valore affettivo per Andrea, in quanto la sua famiglia viene da un piccolo paese della comunità montana. Cercavamo un protagonista per il video, fra l’altro l’unica persona che appare nelle riprese, la scelta non poteva che ricadere su di lui. Il video è stato ideato da noi stessi, in collaborazione con Emilia Produzioni, con tutte le riprese effettuate all’interno del Parco Nazionale dell’ Appennino Tosco - Emiliano. Le scene del videoclip si svolgono infatti in questi immensi spazi, in un’ambientazione che è stata tenuta volutamente in una dimensione fuori dal tempo, dove non interferisce nessun elemento esterno. È un po’ il concetto espresso dal testo di “Oltre”, un viaggio alla ricerca di sé stessi, dove la montagna ci dice che possiamo “andare oltre, oltre all’odore di tempesta”. Un messaggio più attuale che mai.


Comments


bottom of page