top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Il 21 giugno con Rossini, Dvorak e Brahms. Dirige Mariotti, presso il Teatro Comunale di Bologna

Michele Mariotti ritorna sul podio della sua ex orchestra, quella del Teatro Comunale di Bologna, della quale è stato direttore principale e musicale per oltre un decennio, per l'apertura, il 21 giugno alle 20:00, del mini cartellone 'L'estate del Bibiena'. Nel giorno del solstizio d'estate e della Festa della Musica, il maestro pesarese proporrà un programma che comprende l'Ouverture dalla Semiramide di Gioachino Rossini, opera del 1823 che per Mariotti è "il capolavoro di Rossini: la sua indiscussa cattedrale belcantistica e in qualche modo anche il suo testamento" e che ha già diretto alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, al Rossini Opera Festival di Pesaro e al Concertgebouw di Amsterdam. Questa pagina sinfonica, che Mariotti ha inciso nel 2018 con l'Orchestra del Tcbo per l'etichetta Pentatone nell'Album 'Rossini Overtures', viene accostata all'Ouverture da concerto Othello Op. 93 di Antonin Dvorak, ultima delle tre Ouvertures per grande orchestra racchiuse sotto il nome di Priroda, zivota làska (Natura, vita e amore), eseguita per la prima volta nel 1892 a Praga con la direzione del compositore. Completa la serata la Sinfonia N. 2 in re maggiore Op. 73 di Johannes Brahms, composta nel 1877 in Carinzia, sulle Alpi austriache, e intrisa della natura di quei luoghi, che fu presentata con successo quell'anno al Musikverein di Vienna con Hans Richter sul podio.


Comentarios


bottom of page