top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Gile Bae inaugura a Bologna 'Pianofortissimo e Talenti', 10 concerti dal 10 giugno al 6 luglio

Dal 10 giugno al 6 luglio prossimi ritorna, ancora una volta in tandem, la rassegna Pianofortissimo e Talenti promossa dalle associazioni Inedita e Bologna Festival: 10 appuntamenti che, come di consueto, affiancano all'estro di giovani fuoriclasse quello di acclamati virtuosi già presenti sulla scena internazionale. La rassegna si svolgerà per buona parte nel Cortile dell'Archiginnasio e in alcuni luoghi esterni, emblematici per storia e valore artistico come il Chiostro della Basilica di Santo Stefano, il Cortile di Rocca Isolani a Minerbio e la Chiesa di San Michele in Bosco. La serata inaugurale, il 10 giugno alle 21:00, è affidata a Gile Bae, promessa del pianismo internazionale, tra le interpreti più brillanti della sua generazione. Bach, Mozart, Schumann e Chopin i compositori del suo recital. Il 13 giugno sarà la volta del duo violoncello/pianoforte di Alessio Pianelli e Mario Montore (Schumann, Prokofiev e Shostakovich), mentre il 15 giugno toccherà a un pianista molto ammirato, anche se schivo e antidivo, come Enrico Pompili che ha costruito in esclusiva per il festival il programma 'Omaggio a Bologna' con musiche di compositori bolognesi dal medioevo a oggi. Si prosegue il 17 giugno col duo al femminile Francesca Bonaita (violino) e Martina Consonni (pianoforte), impegnate con pagine di Ciajkovskij, Stravinskij e Schnittke, in un viaggio tra Ottocento e Novecento. La Giornata Mondiale della Musica, il 21 giugno, segna poi il debutto a Bologna del pianista Giovanni Bertolazzi, mentre il 23 giugno la Chiesa di San Michele in Bosco farà da cornice al concerto barocco, Del cantar sacro e profano, con il soprano Tanigaki Naoko e il mezzosoprano Ester Ferraro. Il 24 spazio al jazz del pianista Enrico Zanisi e il 29 al violinista Gennaro Cardaropoli che insieme ad Alberto Ferro (pianoforte), si misura con tre capolavori del violinismo francese di fine Ottocento. Dopo l'omaggio ai 100 anni della nascita di Astor Piazzolla l'1 luglio con il Q5Tango, la chiusura del 6 luglio è dedicata ai trent'anni di carriera del basso/baritono bolognese Alessandro Busi, uno dei più attivi interpreti del ruolo di basso buffo rossiniano e donizettiano, accompagnato al pianoforte da Leone Magiera.


Comments


bottom of page