top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

FUORI ORA: MARIA PIA GAROFALO • METODOLOGIA DEL MUSICISTA

Nuova pubblicazione editoriale

disponibile in edizione limitata

Da oggi è disponibile in anteprima sul nostro sito una nuova pubblicazione editoriale:

Maria Pia Garofalo • Metodologia del Musicista

Consigli tecnici e didattici per cantanti lirici e strumentisti con interviste inedite ad esperti del suono

Con la partecipazione del M° Luigi Pettrone e il M° Claudio Montafia

La pubblicazione è disponibile in formato cartaceo in edizione limitata sul nostro sito.

Sarà inoltre presto disponibile in e-Book sulle principali piattaforme digitali.


 

L’artista

Il Soprano Maria Pia Garofalo, classe 1997, è uno dei soprani più promettenti della sua generazione. Giovanissima è già direttore di uno dei più importanti festival italiani, il “Cilento in Opera Festival”. Per questa carica riceve nel 2021 il premio Donna dell’Anno 2021 e il Premio “Musa della Lirica, La bellezza dell’Arte”. Nel maggio 2023 la Garofalo entra tra i migliori direttori artistici italiani con premiazione ufficiale nella città di Agropoli, luogo dove è cresciuta. Si avvicina al canto all’età di 4 anni grazie alla nonna materna per poi debuttare giovanissima, a soli 15 anni, nella Cavalleria Rusticana di Mascagni nel ruolo di Lola, ottenendo un grande successo di pubblico. Dopo gli studi classici si  laurea con il massimo dei voti, menzione d’onore e bacio accademico al conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. Nel 2017, alla sola età di 20 anni, entra nella storia come vincitrice più giovane del Premio lirico internazionale Umberto Giordano, premiata dal grande tenore Piero Giuliacci. Si perfeziona poi con grandi nomi tra cui Vincent Scalera dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano, Rolando Panerai e Fiorenza Cedolins. È vincitrice di più di 10 primi premi assoluti in Italia e all’estero, infatti nel 2020 si è classificata come unica italiana nella sua categoria al Concorso Rumeno Emil Rotundu. Tra i ruoli principali della sua carriera ricordiamo il debutto di Violetta nella Traviata di Giuseppe Verdi nel 2019, dove il soprano è stata definita dalla critica “soprano dalla tripla vocalità e dal volto cinematografico”. È tra i pochi soprani nel panorama italiano ad aver tenuto un suo recital nella Sala Concerti di Casa Verdi a Milano, dimora storica tra le più importanti al mondo, nella cui cappella è sepolto Giuseppe Verdi insieme alla moglie Giuseppina Strepponi. È inoltre protagonista dell’Apertura 2023/2024 della Stagione Concertistica degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano. 


 

Descrizione lavoro

Il metodo propone di introdurre consigli tecnici e didattici utili principalmente a cantanti lirici e strumentisti a fiato con valore artistico, espressivo ed antropologico e allo scopo di permettere a ciascun musicista di riconoscersi nel proprio corpo, imparando a gestire lo strumento con il quale lavorano, attraverso testimonianze e consigli inediti di esperti del suono.

Comments


bottom of page