top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

"EP1" segna l'esordio discografico della rock band Gran Zebrù, prodotto dalla I Dischi Del MInollo

Con un piede nella sperimentazione e l'altro nel songwriting, i quattro musicisti milanesi, provenienti da diverse esperienze live e discografiche, si distinguono per un sound compatto, saturo al punto giusto e insaporito da derive psichedeliche. Gran Zebrù è un corto circuito fra alternative rock, post rock e canzone italiana. Come loro stesso dichiarano: "Ci sono pezzi strumentali, ma ci rompiamo i coglioni a suonarli e ci mettiamo la voce.... facciamo canzoni, però ci rompiamo i coglioni a suonarle e ci aggiungiamo gli strumentali" Alla domanda "L'indie italiano è morto?" rispondono seraficamente "Sfortunatamente, no". Nel primo lavoro discografico "EP1" che sarà disponibile in tutti gli store digitali a partire dal 18 settembre via I Dischi del Minollo, la band distilla quattro brani dalla struttura atipica, realizzati sviluppando le improvvisazioni registrate in sala prove. Il primo brano, "No Hay Bamba", suona come i Mogwai in gita all'Idroscalo di Milano. Segue "Piccolo Lord", una ballad blues/psichedelica che accompagna l'odissea di uno stralunato passeggero del tram. Il terzo brano, "Mr. Turn", tratteggia nostalgiche serate di fine estate in chiave dark-wave. In chiusura il brano "Solo adesso" che evoca strofe malinconiche su un tappeto pulsante di rock alternativo.

TRACKLIST

1. No hay bamba

2. Piccolo Lord

3. Mr. Turn

4. Solo adesso


FORMAZIONE DELLA BAND

Lorenzo Parisini: voce, chitarre, synth

Paolo Morandi: basso

Leonardo Ganazzali: batteria, percussioni

Miky Marrocco: chitarre, synth, cori

Special guest: Francesco Campanozzi: chitarre, synth, percussioni, cori, programming

Produzione artistica: Gran Zebrù & Francesco Campanozzi

Registrato e missato @Casamedusa da: Francesco Campanozzi

Mastering: Christian Alati @Codhouse Studio


Comments


bottom of page