top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Dal 27 maggio la Casa del Suono di Parma ospiterà la mostra di liuteria

Nell'ambito della 21ª edizione del Paganini Guitar Festival, che quest'anno celebra il 181° della morte di Niccolò Paganini e il 100° della nascita del compositore argentino Astor Piazzolla, dal 27 maggio la Casa del Suono di Parma ospiterà la mostra di liuteria storica "La chitarra in Argentina nel XX secolo". L'allestimento, visibile fino al 30, accorcia in qualche maniera le distanze tra questi due grandi musicisti, così diversi e lontani nel tempo, proprio attraverso la chitarra: questo strumento, infatti, era amato e suonato con virtuosismo da Paganini, che scrisse anche alcune splendide pagine per le sei corde, mentre sono ancora in parte da riscoprire i tanti capolavori per chitarra, o con chitarra, firmati da Piazzolla. La mostra, curata da Gabriele Lodi, liutaio modenese tra i massimi esperti italiani di strumenti antichi, comprende otto strumenti originali provenienti da collezioni private e risalenti alla prima metà del Novecento, l'epoca in cui Piazzolla nasce e si forma. La selezione illustra una fase di straordinaria evoluzione della chitarra: da strumento popolare, oppure salottiero e di nicchia, a strumento nobile, colto, accademico. Nelle sale della mostra sarà esposto anche il "Dizionario enciclopedico della chitarra" di Prat, il volume che segna ufficialmente questa svolta epocale nella storia della chitarra. La mostra aprirà al pubblico subito dopo il saluto delle Istituzioni alla Tomba di Paganini nel Cimitero della Villetta di Parma, alle 9:30, che darà ufficialmente il via al Paganini Day e al Paganini Guitar Festival organizzato dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con la Casa della Musica. La rassegna ha un ricco cartellone di concerti ed eventi che da giovedì a domenica animerà la città emiliana, Capitale Italiana della Cultura 20-21.


Comments


bottom of page