top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Da Vivaldi a Monk: il flauto dolce di Dorothee Oberlinger a Roma il 5 febbraio alle 17:70

La notte raccontata da un viaggio nella musica antica con un 'salto' fino a Thelonious Monk. È il programma di ''Night music'', il concerto della virtuosa del flauto dolce Dorothee Oberlinger, con i Sonatori della Gioiosa Marca e la soprano Elisabetta De Mircovich, specialista in strumenti medievali come la symphonia e la viella, che l'Istituzione Universitaria dei Concerti propone sabato 5 febbraio alle 17:30 all'Aula Magna della Sapienza. A fare da fulcro è la musica di Antonio Vivaldi collegata a canzoni, sonate, mottetti e madrigali da Spagna, Olanda, Francia, Inghilterra e Italia. Si inizia con Nani Nani, antichissima ninnananna sefardita, seguita dalla Sinfonia per la serenata di Vivaldi La Senna Festeggiante, scritta in onore di Luigi XV. Le variazioni sul brano O Slaep, zoute slaep (O sonno, dolce sonno) del liutista franco fiammingo Nicolas Vallet, vengono affiancate alle variazioni per flauto di Jacob van Eyck, flautista cieco e suonatore di carillon. Il Concerto per violino Il Riposo, poi trasformato da Vivaldi in Concerto per il Santissimo Natale, è proposto nell'arrangiamento per flautino. Il concerto vivaldiano in Do minore, la canzonetta-ninnananna Dormi dormi, del compositore fiorentino Giovanni Battista da Gagliano, la Musica notturna delle strade di Madrid di Luigi Boccherini nella versione per quintetto d'archi e chitarra, e infine, il concerto di Vivaldi La Notte. Di Thelonius Monk verrà eseguito il celebre ''Round Midnight'' ri-arrrangiato da Luigi Mangiocavallo per i Sonatori della Gioiosa Marca.


Comments


bottom of page