top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Amill Leonardo presenta il singolo "in famiglia" A Domani: il video

Il rapper classe ‘93 di origine marocchine Ali Amin Benameurpresenta il video del suono nuovo brano inedito con un suo testo esclusivo. È disponibile su tutte le piattaforme digitali accompagnato dalla b-side Mon Amie. Sono Amill Leonardo e il video A Domani rispecchia la mia realtà anche se in ruoli invertiti. Proprio per questo all’interno del video ho voluto che recitassero i miei famigliari, nessuno meglio di loro poteva raccontare in prima persona la mia storia d’amore. A Domani parla delle difficoltà di una relazione tra due ragazzi, quali le paure della distanza, le culture diverse, le origini, i passati diversi, gli sbagli, i cambiamenti, ma anche della voglia di far trionfare sopra ogni cosa l’Amore per l’altro, perché l’amore va oltre ogni muro costruito dalle mani di un uomo e dai suoi pregiudizi. Nel video ho voluto raccontare tutto questo, nella forma più vera. Una storia d’amore tra due ragazzi di culture e origini differenti che per fortuna in Italia, paese dove viviamo, sta diventando una cosa comune. La scelta dei ruoli invertiti è perché ho preferito non voler apparire in prima persona per far arrivare il messaggio che nella vita è più importante essere che apparire. Faccio parte della seconda generazione, sono nato in Italia ma ho origini Marocchine anche se devo dire che per noi della seconda generazione poco importa, perché come me quasi tutti i ragazzi della mia età che vivono la mia stessa realtà sono praticamente italiani a tutti gli effetti. Noi della seconda generazione abbiamo la mente molto aperta e tutto ci viene in maniera naturale, la mia lingua madre è l’italiano non l’arabo, la maggior parte dei miei amici e persone che frequento sono italiane, il mio modo di vivere vestire e mangiare è italiano, nonostante ciò comunque coltivo e non rinnego le mie origini. In Italia mi sono sempre sentito accolto: l’Italia non è solo il paese dove sono nato e vivo. L’Italia è casa mia. A Domani vuole essere un messaggio d’amore e un racconto veritiero di come oggi la seconda generazione è sempre più unita e all’avanguardia. Di come l’amore non ha regole o limiti. Come me tanti altri ragazzi grazie in questo Paese hanno potuto realizzare i propri sogni e progetti, tanto che oggi costruisco il mio futuro affianco alla mia compagna Francesca, di origine italiana, con la quale ho avuto una splendida bambina dal nome Celine. Nella mia musica cerco sempre di trasmettere le mie esperienze e sensazioni, questa volta sono entrato nella sfera più intima, perché credo che molte persone ci si possano rivedere e che a volte si fa molta confusione dietro questi argomenti delicati poiché per noi della seconda generazione viene quasi tutto in maniera naturale e scontata. Forse c’è alla base solo una cattiva informazione. Se penso che miei genitori che fanno parte della prima generazione, e vennero in Italia fine anni 80, mi hanno cresciuto e vivono come se fossero totalmente italiani, sono certo che mia figlia Celine, facendo parte della terza generazione, sarà ancor di più accolta e agevolata da questo Paese, perché più sono giovani, più sono culturalmente emancipati.


Comentários


bottom of page