top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

Adel Tirant ci canta la caccia alle Streghe: il video

Cantante, attrice, performer e autrice di canzoni e testi, pubblica nel 2019 il suo album d'esordio. “Adele e i suoi eroi”. L'ispirazione per “Caccia alle streghe (Miss Inquieta)” è arrivata lo scorso anno, in seguito alle polemiche sul ruolo della donna che si sono sollevate prima e durante l'edizione del Festival di Sanremo 2020, con la presa di coscienza di un'involuzione nel cammino dell'emancipazione di questa figura. In occasione del Festival, infatti, si scatenò dapprima una polemica sui partecipanti e relative ‘quote rosa’, che divenne poi una vera e propria bufera quando Junior Cally venne scelto da Amadeus tra i 24 cantanti big della 70ma edizione. Con questa canzone ho fatto appello al mito della donna selvaggia, così come essa appare e viene descritta dalla psicologa junghiana Clarissa PInkola Estès, per rispondere idealmente agli insulti e alle minacce riservate alla protagonista donna della tanto chiacchierata canzone “Strega” di Junior Cally. Volevo dapprima sperimentare con una musica trap e rispondere proprio come si fa nelle gare poetiche o in quelle fra rapper, poi ho optato per utilizzare lo stile di uno dei personaggio più moderni e controversi del panorama musicale italiano: Miss Keta, chiamata tra l’altro sempre a Sanremo 2020 a condurre insieme a Nicola Savino l’Altro Festival. Nasce da qui il sottotitolo della canzone “Miss Inquieta”, rendendo il mio implicito omaggio ancora più evidente. L’arrangiamento e la produzione artistica del brano sono a cura di Giovanni Paolo Liotta. La canzone ha già raccolto consensi, aggiudicandosi lo scorso luglio l’edizione 2020 del concorso ‘Zonta Premia la Canzone d’Autrice’ (indetto dallo Zonta Club Genova II, in collaborazione con Lilith Associazione Culturale, per sostenere la presenza ed il talento femminile nel panorama cantautorale italiano). Nel videoclip di Caccia alle streghe, interamente girato da me in green screen durante il primo lockdown della scorsa primavera, ho deciso di rendere omaggio ai simboli di un femminile potente per eccellenza: Giovanna D’Arco ( con riferimento al capolavoro “ la passione di Giovanna D’Arco di Dreyer, pellicola cult del 1928), ma anche Lady Godiva, madre natura, le streghe, la befana, Eva. Il materiale è stato poi elaborato magistralmente dal regista, autore delle animazioni e regista Umberto Petrocelli (con il quale ho vinto il premio VIC-videoclip Italia contest, come miglior videoclip italiano autoprodotto 2020 per il brano Un homme qui me plait comme toi).


Comments


bottom of page