top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione

1998: “Ferite (Mi Abbandoni)”, il duo milanese torna con sonorità più aggressive

È uscito per Neverending Mina con distribuzione Artist First Ferite (Mi Abbandoni), il nuovo singolo del duo milanese 1998. Con questo brano Federico e Gian Marco aprono un nuovo capitolo di ricerca musicale, in cui si possono riconoscere sonorità più distorte e aggressive, vicine alle correnti emo e pop punk. Un sound originale a cui si aggiungono melodie limpide e poetiche. La cantata principale, pulita, lucida s’intreccia con efficacia a cori distorti e urlati, oramai marchio di fabbrica dei 1998. Un risultato nuovo ed equilibrato nella sua ricchezza e varietà. Ferite (Mi Abbandoni) è un urlo per esorcizzare tutta la frustrazione e l’impotenza che si vive in questo periodo per un futuro ancora bloccato. Ci si trova una ferocia e una rabbia ben ponderata, che valorizza ulteriormente il suo effetto catartico. “Ferite per noi è stare male ma soprattutto riuscire a trovare la forza per poter stare meglio. È un alternarsi di malinconia, nostalgia, relazioni tossiche e paura del cambiamento. Sentivamo il desiderio di esplorare una strada nuova rispetto agli ultimi singoli mantenendo comunque quello che per noi sono i 1998, roba triste che ti fa venir voglia di urlare contro il mondo.” Così i 1998 descrivono il nuovo singolo.


BIOGRAFIA

998 è il nome dietro il quale si celano Federico Covolan (cantante e autore) e Gian Marco Sirtori (producer). Cresciuti nella provincia milanese, il progetto 1998 unisce le influenze musicali dei due ragazzi che provengono da vari generi, su tutti l’indie pop, l’EDM e il pop punk dei Blink-182. Lo scorso anno il duo ha pubblicato i singoli Vipere, McCartney, Mentre Cado e Senza Fiato, brani che hanno ottenuto centinaia di migliaia di stream e sono stati inseriti nelle maggiori playlist indie.


Post recenti

Mostra tutti
bottom of page